A Las Vegas la realtà virtuale trasforma l’automobile in un’astronave

las-vegas-dg-article-2
25 gennaio 2019 - I nostri consigli

Pensate che comodità quando le nostre auto ci accompagneranno al lavoro, ci lasceranno davanti al portone dell’ufficio o della fabbrica andando a parcheggiare da sole, per venirci poi a riprendere appena gli avremo inviato una notifica dal nostro smartphone, per riportarci a casa… Di questo e tanto altro si è parlato al CES 2019 di Las Vegas. Alcune novità le abbiamo lette la scorsa settimana, oggi ne approfondiamo altre.

La Honda R&D Americas ha presentato un quad molto particolare che rientra nella categoria dei veicoli a guida autonoma. In questo caso non si tratta di un mezzo per scorrazzare tra le dune del deserto o per competere su piste sterrate. Al contrario, questo mezzo è stato pensato per essere uno strumento di lavoro adatto a luoghi impervi come montagne, coltivazioni o miniere, ma anche un aiuto importante in caso di emergenze incendi, calamità come terremoti e tanto altro ancora. Potrà muoversi in autonomia o essere comandato a distanza.

Una soluzione pensata per la casa o l’ufficio potrebbe essere però utilizzata anche a bordo: stiamo parlando degli schermi arrotolabili OLED R Signature presentati a Las Vegas da LG. Si tratta di veri e propri giganti, visto che il modello una volta aperto misura ben 65 pollici, pronto poi a scomparire in una piccola base con un semplice tocco o con un comando vocale. Pensate a schermi a scomparsa sugli aerei, sugli autobus o sui sedili posteriori delle auto…

CUbE (Continental Urban Mobility Experience) è invece il progetto che integra consegna merci e trasporto passeggeri. In un solo mezzo possono essere alloggiati tanto i sedili per i passeggeri che dei droni robot, i quali possono consegnare e ritirate le merci per poi risalire sul taxi successivo: entrambi sono ovviamente a guida autonoma.

Con Audi la già avanzata e futuristica E-Tron (suv full electric con oltre 400 cv) è diventata una vera e propria astronave grazie alla realtà virtuale. I passeggeri seduti nei sedili posteriori hanno indossato dei visori VR grazie ai quali hanno vissuto un’esperienza all’interno delle scenografie di “Marvel’s Avengers: Rochet rescue run” muovendosi tra asteroidi e strade alberate, il tutto integrato e coordinato anche con i reali movimenti della vettura sull’asfalto del CES di Las Vegas.

Che dire, infine, della tecnologia DLP (Digital Light Processing) di Magneti Marelli? I fari-proiettori presentati al CES 2019 uniscono tecnologia laser e Led, con potenza di 1,3 milioni di pixel e capacità di illuminare fino a 600 metri oltre il parabrezza. Ma non solo: sono in gradi anche di proiettare immagini sulla strada per comunicare ad altri automobilisti o ai pedoni.